Il Cilento costiero - Itinerari nel Cilento

Il Cilento costiero


Uno straordinario itinerario da Marina di Camerota a Paestum alla scoperta di una costa tra le più suggestive d'Italia
Terra antica ricca di straordinarie testimonianze storico-artistiche e baciata da un mare paradisiaco, il Cilento è uno dei territori più belli d'Italia e vale veramente la pena visitarlo sia per la costa che per il paesaggio dell'entroterra. La bellezza della sua costa, che alterna tratti di falesie, spiagge e calette sabbiose, è arricchita da una profumata macchia mediterranea e da distese di ulivi, simbolo del Cilento. L’itinerario proposto è ideato per chi vuole scoprire il Cilento costiero e le sue affascinanti località.
 
Il nostro viaggio alla scoperta del Cilento costiero inizia da Marina di Camerota, dove sono tantissime le cose da vedere e le opportunità di svago, sia lungo la costa che verso l'interno. La tappa successiva è la vicina Palinuro, piccolo paese presso il capo omonimo che deve il suo nome al mitico nocchiero di Enea, di cui Virgilio nell’Eneide racconta che in questi luoghi morì e fu sepolto. La costa è disseminata di spettacolari grotte che oggi si specchiano in un mare cristallino, mentre un tempo, prima che il bradisismo abbassasse il livello del suolo, erano circondate da un paesaggio completamente diverso. La grotta simbolo di Capo Palinuro è la famosa Grotta Azzurra, che deve il suo nome allo spettacolare effetto di luce, proveniente da un sifone subacqueo, che illumina l'intero ambiente rendendolo irreale e suggestivo. Tra le altre grotte si segnalano la Grotta del Sangue, la Grotta Sulfurea e la Grotta dei Monaci. Da non perdere anche la Baia del Buon Dormire, una meravigliosa insenatura nascosta sovrastata da imponenti pareti rocciose a picco sul mare trasparente.
 
 
L’itinerario prosegue ad Ascea Marina, dove ci attendono le magnifiche rovine dell’antica città di Elea/Velia, importante complesso archeologico che corrisponde all’antica colonia fondata nel VI secolo a.C. dai Focesi. Fu la patria dei filosofi Parmenide e Zenone ed in seguito uno dei porti più ricchi del Mar Tirreno. Particolarmente piacevole è la strada che collega il quartiere settentrionale a quello meridionale, attraverso la famosa Porta Rosa. Oltrepassata Marina di Casal Velino, ci troviamo a Pioppi, frazione del comune di Pollica, che ha mantenuto tutti i tratti di un antico paese rurale. Caratteristico borgo cilentano, Pioppi è un incantevole paesino marittimo posizionato in una piccola insenatura riparata da colline. Oltre al mare e alla cucina, Pioppi offre ai visitatori un bellissimo palazzo, il Castello Vinciprova, al cui interno sono ospitati il Museo Vivo del Mare e l’EcoMuseo della Dieta Mediterranea. Subito dopo Pioppi si trova Acciaroli, altra meravigliosa frazione del comune di Pollica, nonché uno dei gioielli più preziosi della costa cilentana, che in passato ha avuto tra i suoi ospiti anche il celebre scrittore Hemingway.
 
Superato Acciaroli s’incontra Agnone Cilento, piccolo borgo marinaro incastonato fra il mare, il costone del Pistacchio e la foce del Rio Lapis. Proseguendo lungo la costa si giunge nel territorio di Castellabate, delizioso borgo medievale posizionato sul Colle Sant'Angelo. Sul litorale si possono ammirare le frazioni marine di Castellabate, tra le quali spicca la bellissima Punta Licosa, vero e proprio paradiso per i bagnanti alla ricerca di tranquillità e natura rigogliosa. Raggiungibile solo a piedi o in bici, Punta Licosa regala ai suoi esploratori panorami incredibili. Subito dopo vi è San Marco, porto turistico che ancora oggi conserva l’antica struttura tipica dei borghi di pescatori, ricco di testimonianze di storia greca e romana. Infine, l’ultima frazione marina di Castellabate che s’incontra è Santa Maria, sede di una magnifica area marina protetta le cui acque rappresentano una risorsa naturalistica di inestimabile valore, tappa obbligata per chi ama immergersi alla scoperta dei fondali.
 
 
L’itinerario prosegue ad Agropoli, città fondata dai Bizantini sulla cima di un promontorio dal quale è possibile godere di una larga veduta del golfo di Salerno. Grazie al suo patrimonio storico, culturale, artistico, ambientale ed enogastronomico, è una città da vivere e scoprire nel corso dell'intero anno. La zona costiera comprende il famoso scoglio di Trentova, lo scoglio di San Francesco e una serie di piccole insenature che si susseguono fino alla splendida spiaggetta del Vallone prima di Punta Tresino. Molto bello è Agropoli Vecchio, sperone che si protende nel mare al quale si accede tramite dei suggestivi scaloni con una vista mozzafiato. Inoltre, va segnalata la ceramica locale, che non ha nulla da invidiare a quella più famosa di Vietri. L’itinerario, prima di concludersi, prevede la visita di Paestum, la porta d’ingresso al Cilento. La città, che a oltre 2500 anni dalla sua fondazione conserva intatto il proprio charme, fu al centro di molti avvenimenti storici. Assolutamente da non perdere i tre maestosi templi di ordine dorico: il Tempio di Hera, il Tempio di Cerere o Athenaion e il Tempio di Nettuno.
 
Ti aspettiamo al Villaggio Macinelle ... il punto di partenza ideale per scoprire il Cilento e le sue straordinarie bellezze!
 
P.S. Ti consigliamo di leggere anche Dieci cose da vedere in Cilento

Richiedi un'offerta personalizzata

Compila il form di richiesta, inserendo sia il numero delle persone che la data del check in e quella del check out. Ti risponderemo in giornata!

Richiesta di Disponibilità

Christian D.


Favoloso!
Per chi ama il residence "familiare" con il proprietario sempre presente, con l'animazione simpatica ma mai invasiva, con lo splendido mare di Marina a un passo, la sabbia chiara e il fondale basso per i bimbi, gli appartamentini con bei terrazzi per mangiare tutte le sere al fresco quello che hai comprato nel paesino che dista neanche 200 metri....allora Macinelle è il paradiso!

- Torino, Italia -

Giuseppe G.


Ottima posizione
Ho soggiornato due settimane a luglio con le mie due bambine. Ci siamo trovati benissimo, la posizione del villaggio vicinissima alla spiaggia della Calanca (circa 30 gradini) e al centro del paese è eccezionale.

- Napoli, Italia -

Massimiliano B.


Da ripetere!
Questo è il secondo anno che vado al Macinelle e posso dire che anche quest'anno mi sono trovato bene sia per la vicinanza al paese che per la tranquillità data dal residence. Ho alloggiato per il secondo anno nei bilocali a valle vista mare godendo di fantastici tramonti. Spero di ritornare

- Napoli, Italia -

© 2017-2018, partita IVA 00357740653 - Come true thanks to TourismBrain & MioCMS

Marchio di Qualità
legambiente
Sincerti Certificato di Conformità
Certificato di Conformità
Unesco
Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano
Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano